Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Alla ricerca della vittoria smarrita

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Andria è l’ennesimo crocevia della stagione. Un’altra gara da dentro o fuori e dalla quale dipenderanno certamente alcune scelte di mercato.

Si affrontano due squadre in crisi, entrambe non al passo con gli obiettivi iniziali stagionali e con la contestazione delle rispettive tifoserie ormai conclamata.

È di poche ore fa infatti il comunicato della Curva andriese, che diserterà nella gara contro il Taranto: una risposta con forza uguale e contraria all’abbassamento dei prezzi e alla chiamata a raccolta della società biancazzurra. I tifosi del Taranto non ci saranno per la solita trasferta vietata.
Sarà una sfida davanti a pochi intimi.

Il Taranto la affronterà dopo una settimana difficile e piena di colpi di scena negativi, dal caso Kosnic all’inibizione inflitta al presidente Giove, passando per Favetta che chiede di essere ceduto (a proposito, sarà convocato?)

Sulla panchina andriese farà l’ennesimo debutto Favarin, che poche settimane fa fu esonerato insieme al Ds De Santis. Proprio De Santis torna ad Andria da avversario, a poche settimane dal suo allontanamento. Percorso inverso per Lanzolla, perennemente infortunato qui a Taranto, probabilmente in campo dal 1′ con la maglia dell’Andria.

Ritorno in campo tra i rossoblu di Stefano D’Agostino, che ha scontato le due giornate di squalifica.
Fidelis che schiererà invece l’ex Yeboah, mezza stagione nel 2015-16 a Taranto con 2 gol all’attivo.

Un Taranto che dovrà dare un calcio alla crisi ed alle polemiche trovando, finalmente, la vittoria, ormai smarrita da quattro turni.

Write A Comment