Breaking
Ad
Ad
Ad
AMARCORD

A proposito di notturne…

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

23-8-1992
Proprio stasera, 27 anni fa, il Taranto giocava la sua prima partita in notturna allo Iacovone. Con l’inaugurazione dell’impianto d’illuminazione, lo Iacovone era finalmente completo e funzionale per gli standard di allora.

Avversario la Lucchese di Orrico, reduce dalla breve e fallimentare esperienza di Milano, sponda Inter, rientrato alla base in Toscana, dove un paio di stagioni prima aveva sfiorato la serie A.

Il Taranto era l’ultimo di Carelli, che due mesi prima aveva raggiunto una salvezza miracolosa in quel di Ascoli contro la Casertana.
Una squadra che si presentava orfana (ed indebolita) di Turrini e Ferazzoli, ceduti in estate al Piacenza, con l’ossatura dell’annata precedente, più qualche innesto. In campo Pino Lorenzo e Ciro Muro, con l’eroe di Ascoli Fresta in panchina e subentrato nel finale.

Primo tempo che si concludeva col vantaggio ospite di Pistella, scattato in sospetto fuorigioco. Giocatore che vestirà a novembre proprio la maglia del Taranto.
L’afa tipica di metà agosto fu stemperata da un improvviso temporale estivo, un acquazzone che rigenerò la squadra in campo ed il pubblico sugli spalti, accorso in 15 mila per l’occasione della prima notturna della storia.

Così nel secondo tempo un tiro al volo di Prete, terzino non avvezzo alle incursioni offensive, portò al pareggio in apertura di frazione. Un’inzuccata di Zaffaroni, libero abile nel gioco aereo ed alla terza stagione in rossoblu, consegnò la vittoria al Taranto e il passaggio del turno in Coppa Italia.

Con quella vittoria il Taranto si guadagnò il successivo doppio turno contro la Roma di Boskov, tra i festeggiamenti di una tifoseria decisamente diversa sotto l’aspetto psicologico rispetto a quella di oggi.

Coppa Italia primo turno

Taranto-Lucchese 2-1
19′ Pistella (Lu), 50′ Prete, 85′ Zaffaroni.
Taranto:
Ferraresso; Prete, Castagna (76′ Donadon), Zaffaroni, Monti, Enzo, Pellizzaro (83′ Fresta), Piccinno, Lorenzo, Muro, Soncin.
A disposizione: Rotoli, Camolese, Merlo. Allenatore: Vitali.
Lucchese:
Quironi; Costi, Russo, Vignini, F. Monaco, Baraldi, Di Stefano, Giusti (63′ Di Francesco), Pistella, Donatelli II, Rastelli (58′ Simonetta).
A disposizione: Mancini, Marta, Ansaldi.
Allenatore: Orrico.
Arbitro: Bolognino di Milano.
Ammoniti: Di Stefano, Castagna, Monti, Enzo, Piccinno e Muro.
Spettatori 15mila circa

Write A Comment