Breaking
Ad
Ad
Ad
Uncategorized

A Matera contro campioni d’inverno e miglior attacco del girone!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Prima giornata di ritorno in Lega Pro e giovedì prossimo su diretta Raisport il Taranto farà visita alla capolista Matera in una partita difficilissima. La gara d’andata terminó col punteggio di 1 a 1 ma la squadra lucana impressionó per il gioco e occasioni da gol create.

Sulla carta la squadra di Mister Auteri è una tra le più forti dee girone, con giocatori in grado di fare la differenza in qualsiasi momento. Titolo di campione d’inverno e miglior attacco del girone questo il bilancio al termine del girone d’andata. Facciamo un breve riassunto ricapitolando i giocatori principali presenti in rosa.

In difesa sicuramente i fedelissimi di Auteri Mattera (ex Benevento) e De Franco (ex Nocerina). Fortissimo l’esterno Di  Lorenzo che a Taranto seminò il panico sulla fascia destra. È seguito dal Genoa in serie A. Centrocampo di qualità con Armellino e Iannini. Il primo autore di 7 gol fino ad ora e specialista sui calci piazzati. Per il suo compagno di reparto Iannini invece 19 presenze e 6 reti. Capite bene cosa significhi avere una coppia di centrocampo che in due realizzi 13 gol. L’attacco è il reparto delle meraviglie. Il tridente è formato da giocatori estrosi che in Lega Pro sono un vero e proprio lusso. Maikol Negro (12 gol) Strambelli ( 5 gol) Carretta ( 5 gol) Infantino ( 2 gol) Louzada (1 gol) Dos Santos (1 gol) gli attaccanti che si alternano presenti in rosa.

Patron Columella come al solito non ha badato a spese e punta decisamente alla serie B. Il Taranto arriva a questo incontro col morale alto e una posizione di classifica tranquilla dopo i punti ottenuti nelle ultime tre sfide. Pambianchi è recuperato ma peseranno molto le assenze di Nigro, Potenza e Bollino più i vari giocatori ormai messi da parte in attesa del mercato invernale. Ci aspettiamo una prova d’orgoglio dai calciatori rossoblù e Fabio Prosperi saprà sicuramente trasmettere la carica giusta ai suoi ragazzi.

Emanuele Di Palma

Write A Comment