Breaking
Ad
Ad
Ad
AMARCORD

29 novembre, il Taranto non vince dal ’64

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

12 precedenti in data 29 novembre per il Taranto più una gara sospesa per pioggia, nel lontano 1931, con un bilancio di 4 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte, 11 gol fatti e 9 subiti.

In trasferta su 4 incontri, Taranto a punti solo in una occasione, l’ultima del 2015 sul campo del Serpentara, in D.

Nel ’31 in Prima Divisione, gara sospesa al 50′ per pioggia tra Taranto e Molfetta, sul risultato di 0-0. Recuperata il 13 dicembre 1931, risultato di 2-1 in rimonta per i rossoblu.

Vittoria più larga nel 1942 in C, 7-0 al Potenza con tripletta del centrocampista Natale Surra.

Il sopracitato Surra è protagonista da avversario di una espulsione nel 1936 in un Taranto-Cerignola. Per il Taranto un gol annullato, espulsione di Cavazza e stadio squalificato a seguito delle intemperanze dei tifosi. Il gol dell’1-0 arriva come una liberazione all’83’ per merito di un tiro dai 20 metri del centrocampista friulano Ruggero Salar, al suo unico gol in tre stagioni in rossoblu.

Sconfitta più pesante a Bologna in B nel 1992, con reti felsinee di Gianluca Pessotto e doppio Beppe Incocciati. A fine stagione entrambe le formazioni retrocederanno in C1.

Nel 1953 in C vittoria per 2-0 sul Pisa con reti di Castignani e Castaldi. Castignani segnerà il gol decisivo all’ultima giornata che permetterà la promozione in B del Taranto.

Nel 1959 in B inopinata sconfitta in casa contro il Cagliari ultimo in classifica. A fine stagione i sardi retrocederanno da ultimi, mentre il Taranto perderà la B negli spareggi a tre con Venezia e Monza.

Nel 1964 in C la vittoria sul Pescara permette l’aggancio alla vetta della classifica, seppur in coabitazione con Reggina, Casertana e Salernitana. Gol del centrocampista livornese Leardo Viacava, su rigore.
Resta questa l’ultima vittoria rossoblu in questa data.

0-0 nel ’70 in B in uno scontro-salvezza con l’Arezzo, poi 4 sconfitte di seguito contro Livorno in C1 (1-0), Cremonese (2-0, doppietta di Marco Nicoletti) e la già citata gara di Bologna in B; 0-2 col Rutigliano in D nel ’98 con rete del fresco ex Fabio Di Domenico, poi ancora in rossoblu nel 2005-06.

Ultimi due precedenti conclusi per 0-0 contro due formazioni dal blasone decisamente differente: il Verona nel 2009 in C1, con gol regolare annullato per fuorigioco siglato da Scarpa, ed il Serpentara in D nel 2015, formazione modesta che sarà l’incubo di fine stagione in quel campionato perso sul filo di lana.

29-11-1931 prima divisione
Taranto Molfetta (sosp. al 50′ sullo 0-0)

29-11-1936 serie C
Taranto Cerignola 1-0
83′ Salar

29-11-1942 serie C
Taranto Potenza 7-0
36′ e 41′ Surra, 45′ (r) e 53′ Lipizer, 54′ Jachsetich, 83′ Surra, 84′ Molinari

29-11-1953 serie C
Arsenaltaranto Pisa 2-0
54′ Castignani, 56′ Castaldi

29-11-1959 serie B
Taranto Cagliari 0-1
13′ Meanti

29-11-1964 serie C
Taranto Pescara 1-0
72′ (r) Viacava

29-11-1970 serie B
Taranto Arezzo 0-0

29-11-1981 serie C1
Livorno Taranto 1-0
82′ Grossi

29-11-1987 serie B
Cremonese Taranto 2-0
67′ e 73′ Nicoletti

29-11-1992 serie B
Bologna Taranto 3-0
27′ Incocciati, 84′ Pessotto, 89′ Incocciati

29-11-1998 serie D
Arsenal Taranto Rutigliano 0-2
50′ Di Domenico, 67′ (a) Capurro

29-11-2009 serie C1
Taranto Verona 0-0

29-11-2015 serie D
Serpentara Taranto 0-0

Fonte statistiche passionerossoblu.it, in foto il Taranto 1964-65

Write A Comment