Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

22 dicembre, le due vittorie contro la Casertana

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Giornata ricca di precedenti il 22 dicembre per il Taranto che ha un bilancio abbastanza positivo.
14 incontri in totale più 1 sospeso e rigiocato in altra data, con 5 vittorie Taranto, 7 pareggi e 2 sconfitte. 16 gol fatti e 11 subiti.

4 le gare disputate in serie B, 7 in C, 1 in C2, 2 in D e una in Coppa Italia.

Avversario della partita di Coppa fu proprio la Fidelis Andria nel 1989, squadra che incontrerà i rossoblu per la seconda volta in data 22 dicembre.
Finora è la Casertana l’unica squadra affrontata due volte, nel ’68 e nel ’91.

Risultati più frequenti sono lo 0-0 e l’1-1 (3 volte), seguito dal 2-0 (2 volte).

Primo precedente nel ’29 in Prima Divisione contro il Gargallo Siracusa, denominazione che ha avuto il Siracusa dal ’24 al ’30, in onore del poeta Tommaso Gargallo. Le cronache dell’epoca non riportarono con precisione il nome del marcatore dei siciliani per il 2-2 finale.

Nel ’35 in B vittoria per 3-1 sul Catania. Su entrambe le panchine siedevano allenatori ungheresi: Bela Karoly su quella tarantina, Geza Kertesz su quella catanese. Il secondo allenerà in seguito anche il Taranto ottenendo una promozione in B nel ’37. Tornato in Ungheria, morì da eroe durante la seconda guerra mondiale, fucilato dai nazisti.

Nel ’40 in C partita sospesa per pioggia a Cosenza con i calabresi in vantaggio per 2-0. La ripetizione della gara terminò 1-1.

Nel ’46 in B pareggio casalingo contro il Palermo, con gol rossoblu dell’ala sinistra Omero Urilli, una breve carriera giocata esclusivamente a Roma e dintorni. Unica stagione fuori regione nel ’46-’47 a Taranto, con 7 reti in 25 incontri. Per lui anche un gol in Roma-Lazio 2-1 del 23 dicembre del ’45.

Nel ’63 in C, 0-0 contro l’immancabile Salernitana, mentre nel ’68 1-0 alla Casertana capolista che perse la prima partita in campionato al “Salinella” alla 15ª giornata, gol di Jannarilli, davanti a 12mila spettatori. Taranto in continua ascesa e terzo a -5 dai campani e -1 dal Brindisi. Vittoria che in qualche modo si rivelerà decisiva per l’esito del campionato.

Nel ’74 in B altro 0-0 contro il Catanzaro che a fine anno perderà la A nello spareggio di Terni contro il Verona. Nel Catanzaro di Di Marzio, tra gli altri, in campo Claudio Ranieri, Luigi Maldera e Massimo Palanca.

Nell’85 in C1, un gol di Felice Secondini a pochi minuti dal termine, permise al Taranto di tornare indenne dalla trasferta di Siena. Secondini era entrato in campo al 44′ in sostituzione dell’infortunato Sassarini. Per il 32enne difensore ex Genoa fu l’unica rete in maglia rossoblu in 22 presenze spalmate su 2 campionati.

Nell’89 partita di ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia di serie C contro la Fidelis Andria. All’andata Taranto sconfitto per 3-0. Stesso risultato ma stavolta a favore dei rossoblu nei 90′ regolamentari con gol di Guglielmo Coppola, Vittorio Insanguine e Giorgio Roselli. Al 2′ del primo tempo supplementare il gol del martinese di nascita Luca Vinci decise la qualificazione per l’Andria.

Nel ’91 in B, Turrini e Soncin piegano la Casertana allo Iacovone. Casertana che sarà avversario nello spareggio di Ascoli a fine stagione con Turrini ancora protagonista con la rete del momentaneo vantaggio rossoblu. Anche stavolta la vittoria in campionato sui campani si rivelò decisiva a fine stagione.

Nel ’96 in C2 punto insperato a Benevento contro gli ex Maiellaro, De Solda e Aruta, con i Sanniti allenati da Silva lanciati verso la promozione che sfuggirà però ai Playoff. In C1 saliranno Battipagliese e Turris.

Nel 2001 in C1 vittoria al Flaminio contro la Lodigiani con gol di Cariello e Riganò e distacco dalla vetta occupata dall’Ascoli ridotto a 3 punti. Un punto più su il Pescara.

L’anno seguente in C1 un Taranto superiore negli uomini ma meno deciso degli avversari subisce una sconfitta per 2-0 a Chieti contro i neroverdi allenati da Piero Braglia.

Infine gli ultimi due precedenti in D: nel 2012 sconfitta in casa contro l’Ischia di mister Campilongo che vincerà il campionato facendo il vuoto in classifica; nel 2013 pareggio a Policoro contro il Real Metapontino, davanti a oltre 1000 tifosi tarantini delusi da risultato e prestazione. Il gol del temporaneo vantaggio su calcio di punizione di Francesco Mignogna.

22-12-1929 Prima Divisione
Taranto-Gargallo Siracusa 2-2
2′ Montaldo, 40′ De Lorenzo, 57′ Macchi (Sr), 75′ marcatore ignoto (Sr)

22-12-1935 Serie B
Taranto-Catania 3-1
2′ Comar, 33′ Coccolo, 40′ Spanghero, 69′ Stella (Ct)

22-12-1940 Serie C
Cosenza-Taranto (Sosp. al 63′ per impraticabilità di campo, sul risultato di 2-0. Recuperata il 26-1-41, risultato 1-1)

22-12-1946 Serie B
Taranto-Palermo 1-1
26′ Urilli, 70′ Antolini (Pa)

22-12-1963 Serie C
Taranto-Salernitana 0-0

22-12-1968 Serie C
Taranto-Casertana 1-0
32′ Jannarilli

22-12-1974 Serie B
Taranto-Catanzaro 0-0

22-12-1985 Serie C1
Siena-Taranto 1-1
54 Ricci, 83′ Secondini (Ta)

22-12-1989 Coppa Italia
Taranto-Fidelis Andria 3-1 dts
38′ (r) G. Coppola, 62′ Insanguine, 78′ (r) Roselli, 92′ (r) Vinci (FA)

22-12-1991 Serie B
Taranto-Casertana 2-0
37′ Turrini, 89′ Soncin

22-12-1996 Serie C2
Benevento-Taranto 0-0

22-12-2001 Serie C1
Lodigiani-Taranto 1-2
45′ Cariello, 54′ Lucidi (Lo), 60′ Riganò

22-12-2002 Serie C1
Chieti-Taranto 2-0
10′ Zattarin, 54′ Doardo

22-12-2012 Serie D
Taranto-Ischia 0-1
34′ Masini

22-12-2013 Serie D
Real Metapontino-Taranto 1-1
50′ Mignogna, 74′ Caridi (Re)

Fonte statistiche: passione rossoblu.it



Write A Comment