Breaking
Ad
Ad
Ad
AMARCORD

2 febbraio, botte e gol annullati

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

10 precedenti per il Taranto in data 2 febbraio, 4 in B, 5 in C ed 1 in C2.
Bilancio di 3 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte, 13 gol fatti e 12 subiti.

La vittoria più larga il 4-1 alla Maceratese nel ’30. Stesso risultato ma in negativo per la peggiore sconfitta, nel ’97 in casa col Catanzaro.

0-0 nel ’36 in B contro l’allora blasonatissima Pro Vercelli, all’epoca seconda per scudetti conquistati solo al Genoa. 2-0 all’altra piemontese Novara nel ’58, sempre in B, con in gol di Ferrarese e Redegalli.

Due sconfitte per 1-2, ad Ascoli nel ’64, con due gol annullati, di cui almeno uno ingiustamente, al Taranto, e in casa col Palermo nel ’75. In quest’ultima occasione si registrarono incidenti tra le opposte tifoserie sulle gradinate, in occasione dei due gol ospiti, che resero necessario l’intervento delle forze dell’ordine.

Il 2 febbraio del 1969 il Taranto piegava per 2-0 il Crotone al “Salinella” con le reti di Ferraro su rigore al 37′ del primo tempo e raddoppio di Arcoleo con un tiro dalla distanza ancora al 37′, stavolta della ripresa. Per Ignazio Arcoleo fu il secondo gol consecutivo in campionato, dopo quello siglato al Barletta, giunto alla seconda presenza, dopo un girone intero a guardare gli altri giocare. Ma paradossalmente il 21enne centrocampista rossoblu, riserva dei titolari, non giocò più fino a termine stagione, dato che all’epoca era prevista una sola sostituzione e i tecnici avevano in panchina il secondo portiere. Per lui dunque, due presenze e due reti in maglia rossoblu.
Arcoleo ebbe in seguito una buona carriera in A e B con Palermo e Genoa.
Durante la stessa gara, al 32′ della ripresa, un petardo lanciato dalle tribune esplose nei pressi del centrocampista ospite Rampini, che uscì dal campo in barella, lasciando la sua squadra in 10. Si parlò di probabile sconfitta a tavolino, ma i referti dei medici dell’ospedale civile di Taranto non riscontrarono nulla. In seguito Rampini fu anche visitato dal medico legale, in presenza del sostituto procuratore della Repubblica, anche stavolta con esito negativo. Il risultato del campo fu dunque omologato.

2-2 nel fango del “Collana” di Napoli contro l’ostico Campania nel 1986, con i rossoblu due volte in svantaggio ma che pareggiarono con le reti di D’Ottavio e Rocca mantenendo la vetta della classifica. Il Campania, squadra del rione Ponticelli di Napoli, ebbe il miglior periodo della sua breve storia negli anni ’80, quando disputò 5 campionati di C1, prima di trasferire il titolo a Pozzuoli. Attualmente disputa il campionato di promozione campano.

Il 2 febbraio del ’92, un gol di Lajos Detari in apertura di gara mise in salita la gara del Taranto al Dall’Ara di Bologna. La reazione degli uomini di Giampiero Vitali è veemente: i rossoblu collezionano occasioni in serie, colpiscono anche un palo con Ferazzoli prima che Turrini al 90′ siglasse il gol del meritato pareggio. Ma lo scadente arbitro Brignoccoli di Ancona annullò per un presunto fuorigioco “passivo” di Brunetti, la cui posizione era assolutamente ininfluente, rispetto al tiro ed alla visuale del portiere del Bologna.
Finì così 1-0, tra la delusione e la rabbia dei giocatori rossoblu e dei 1500 tarantini presenti in trasferta (di seguito il tabellino, in basso il video della partita).

Bologna: 
Cervellati; List, Di Già (74′ Villa), Mariani, 
Negro, Baroni, Poli, Evangelisti, Bonini (74′ Troscé), Detari, Incocciati. 
A disposizione: Pazzagli, Gerolin e Turkyilmaz. 
Allenatore: Sonetti.
Taranto:
Bistazzoni; Mazzaferro, D’Ignazio, 
Marino, Brunetti, Enzo, Turrini, 
Ferazzoli, Pisicchio, Muro, Parente (71′ Fresta). 
A disposizione: Ferraresso, Cavallo, Zaffaroni e Camolese.
Allenatore: Vitali.
Arbitro: Brignoccoli di Ancona.
Marcatore: 2′ Detari.
Ammoniti: Ferazzoli, Mazzaferro, List, Evangelisti e Brunetti.
Spettatori 18mila (1500 circa i tarantini)

Nel ’97 in C2, pesante e movimentatissima sconfitta in casa contro il Catanzaro per un Taranto alla deriva, ma sostenuto sulle tribune da circa 13mila spettatori. Era il periodo della triade Ruta-Comegna-Bitetti, di Cito sindaco e del biglietto a mille lire per la concessione dello Iacovone.
Al vantaggio rossoblu siglato da Piero Caputo, che chiuse una triangolazione con Cipriani e Cazzarò, rispose presto il Catanzaro, che ribaltò il risultato andando al riposo sull’1-2. Nella ripresa terza rete di Baratto su rigore, provocato da una spallata in area di Maiuri (avversario dei rossoblu col suo Sorrento oggi). A seguito della decisione dell’arbitro, Sciamanna di Ascoli, un tifoso “invase” il terreno di gioco, cercando di raggiungere l’arbitro, ma venne prontamente stoppato dalla sicurezza. Durante la battuta del rigore, alcuni tifosi della Nord “sconfinarono” nel settore inferiore inagibile, ingaggiando una sassaiola che provocò tre feriti tra i poliziotti e colpendo anche il segnalinee sotto la gradinata.
Il Taranto provò a reagire, venne annullata l’autorete del possibile 2-3, per fuorigioco di Cipriani, prima del definitivo 1-4 per la tripletta personale di Baratto. Insomma un pomeriggio terribile, come il campionato di C2 ’96-’97 del Taranto.

Se (forse incredibilmente) la squalifica dello Iacovone non arrivò nel ’97, si giocò invece in campo neutro a Lecce nel 2003, in seguito agli incidenti di Taranto-Martina di due settimane prima: 0-0 contro il Benevento e classifica ancora deficitaria, davanti agli oltre 3mila tarantini giunti in Salento.


2-2-1930 prima divisione
Taranto Maceratese 4-1
37′ Sculto, 45′ Filippi (Ma), 61′ Carenza, 68′ e 79′ Cornara.

2-2-1936 serie B
Taranto Pro Vercelli 0-0

2-2-1958 serie B
Taranto Novara 2-0
63′ Ferrarese, 77′ Redegalli.

2-2-1964 serie C
Del Duca Ascoli Taranto 2-1
5′ e 9′ Cavazzoni, 69′ Stefanini (Ta).

2-2-1969 serie C
Taranto Crotone 2-0
37′ (r) Ferraro, 82′ Arcoleo.

2-2-1975 serie B
Taranto Palermo 1-2
4′ e 7′ La Rosa (Pa), 65′ Selvaggi.

2-2-1986 serie C1
Campania Taranto 2-2
40′ M. Rossi (Ca), 56′ D’Ottavio, 59′ (r) Mucciarelli (Ca), 69′ Rocca.

2-2-1992 serie B
Bologna Taranto 1-0
2′ Detari.

2-2-1997 serie C2
Taranto Catanzaro 1-4
23′ Caputo (Ta), 26′ Baratto, 42′ Vanzetto, 61′ (r) ed 85′ Baratto.

2-2-2003 serie C1
Taranto Benevento 0-0

Fonte passionerossoblu.it


https://youtu.be/s9Ln0Eij3Z4

Write A Comment